Prevede l’inserimento d’impianti mammari per aumentare le dimensioni di un seno iposviluppato (ipoplasia mammaria) o normale. Gli impianti possono essere inseriti a livello sottoghiandolare, sottomuscolare o in parte sottomuscolari e in parte sottoghiandolari (dual plane).
Possono essere costituiti da silicone (utilizzate nei paesi dell’Unione Europea), da poliuretano o riempiti con soluzione fisiologica (entrambi usati per lo più’ negli Stati Uniti). Gli impianti mammari in silicone di ultima generazione sono garantiti per 30 anni e anche in caso di rottura il silicone non di disperde localmente come nel caso delle vecchie protesi mammarie, trattandosi di un polimero (sale del silicio) ad elevata viscosità.

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi